ARTE E CREATIVITA'

il gioco della mente e del corpo con la materia
per costruire
forme sempre nuove
e messaggi sempre diversi
per imparare
l'arte di vivere

domenica, gennaio 09, 2022

Il restauro della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami

 Vi ricordate  del crollo a Roma del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Carcere Mamertino il 30 agosto 2018 ?

Ecco  il video che illustra il restauro:



Alle ore 14:59 del 30 agosto 2018 lo splendido cassettonato in legno dorato, con i quadri scultorei della Natività e dei Santi Pietro e Paolo, veniva travolto e schiacciato sul pavimento dell’aula della Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano a seguito del collasso della copertura.

 Le tegole e le travi in legno sono caduti al centro della piccola chiesa, hanno risparmiato l'altare e le tele alle pareti, la più preziosa una del 1650 di Carlo Maratta, poi hanno attraversato la Cappella del Crocifisso, che come un cuscinetto, ha impedito che i danni si estendessero anche al Carcere Mamertino. 

La navata era coperta da un soffitto in legno dorato con intagli, realizzato su un disegno dell’architetto e scultore Giovanni Battista Montano (1534-1621), eseguito attorno al 1611: al centro una Natività contornata da quattro figure angeliche che segnano gli angoli della cornice centrale.
 
Il 5 novembre 2018 sono iniziate le attività di recupero del soffitto cassettonato.
Il 90% di tutte le porzioni figurate sono state recuperate. Il 19 marzo 2021 è stata riaperta al pubblico.

Per il disastro i reati contestati sono stati crollo colposo e falso: il mancato consolidamento delle capriate ha provocato il crollo del tetto.


Consiglio di visitare il sito della chiesa https://www.sangiuseppedeifalegnami.org/


sabato, dicembre 18, 2021

Installazione del recycling-presepe minimo 2021

Per questo Natale del Sole 2021 ho deciso di riprendere una tradizione che avevo abbandonato da moltissimi anni, praticamente dal millennio scorso: creare e installare un presepe.

Naturalmente è realizzata usando rigorosamente materiali di riciclo, poveri e leggeri, pochi colori su forme elementari e minime, come è la mia cifra artistica ormai da quasi sessant'anni (60)....

Insomma ho scelto che la composizione dovese essere un'opera di piccole dimensioni, con la scena conclusa in se stessa, e sopra tutto con i tre elementi tradizionali, LUI, LEI e il BIMBO, ambientata nella CAPANNA con la STELLA in cima.
Il tutto installato accanto all'ingresso di X-Fly, tra i cavi elettrici e la cassetta della posta, circondati dalle piante più o meno aliene che ne hanno colonizzato lo spazio.

LEI in primo piano a studio


LORO


DUE CUORI E UNA CAPANNA


LORO IN ATTESA DEL BIMBO


Il BIMBO  ve lo mostrerò quando arriva, il 21 dicembre prossimo, quando sarà  nelle braccia della mamma, e allora vi manderò assieme i miei auguri !

Spero di aver reso l'idea...
Le ultime tre foto sono prese dall'esterno di X-Fly in vari orari.
Buona visione!

Alba Montori

venerdì, dicembre 17, 2021

I GIOIELLI DI ARNALDO POMODORO

 


Image description
Image description

Arnaldo Pomodoro, Collana, 1966. Foto: Gianfranco Gorgoni

La sezione Gioielli del Catalogue Raisonné

è ora online!

Da oggi il Catalogue Raisonné online di Arnaldo Pomodoro si arricchisce di una nuova sezione, quella dedicata ai Gioielli, tutti per la prima volta raccolti e documentati, insieme ai disegni su carta realizzati dall'artista per la loro progettazione, per un totale di circa 800 opere.

Image description

Arnaldo Pomodoro, Disegno per collana con sfere, 1963 e Collana con sfere, 1964. Foto: Archivio Arnaldo Pomodoro / Dino Sala / Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas. Tutti i diritti riservati.

Si tratta di ornamenti studiati in relazione al corpo che li deve portare (collane, bracciali, anelli, spille, gemelli, ecc.) eseguiti, nella maggioranza dei casi, in copia unica con il metodo della fusione su osso di seppia e con l’aggiunta di fili martellinati, grumi di materia, pietre fini o pietre grezze, oltre a vari oggetti preziosi, quali scatole, portasigarette, piccole medaglie, pure in copia unica o in pochi esemplari.

Le esperienze di Pomodoro nel campo dell'oreficeria, che risalgono all'inizio degli anni Cinquanta, possono essere considerate, sia dal punto di vista inventivo che tecnico, un passaggio importante nel suo lavoro di scultore.

"Vedere oggi le immagini in sequenza di tutti i gioielli presenti nel Catalogue Raisonné - scrive l'artista - mi emoziona profondamente; anzitutto perché si tratta di opere in gran parte sconosciute, non esposte nelle mostre o illustrate nei libri e nelle riviste. Questi piccoli oggetti preziosi, che durano a lungo inalterati e sembrano contraddire l’incessante e inesorabile trascorrere del tempo, racchiudono tante idee, riferimenti, esperienze e presentano, per così dire, un repertorio di elementi espressivi del mio proprio linguaggio. Esaminandoli nella progressione del loro insieme e nei dettagli di ciascuno, essi rivelano corrispondenze e caratteri che rimandano al dispiegarsi della mia ricerca e della mia storia complessiva di artista".

Image description

Arnaldo Pomodoro, Anello con disco, 1966 e Bracciale, 1966. Foto: Gianfranco Gorgoni

Dopo la pubblicazione delle sezioni dedicate alla scultura, ai disegni, ai multipli e alla scenografia, quella dei gioielli segna un ulteriore passo avanti nelle attività di ricerca intraprese dalla Fondazione con l'intento di diffondere su vasta scala la conoscenza dell'opera e dell'attività di Arnaldo Pomodoro nell'ambito dell'arte contemporanea, perseguendo una precisa politica culturale di coinvolgimento degli utenti in un reciproco scambio di informazioni, che nel tempo andranno ad arricchire sia il catalogo ragionato online che il database dell’Archivio.



Il Catalogue Raisonné è un progetto in progress, che affronterà nei prossimi anni gli altri ambiti di lavoro che Pomodoro ha sperimentato: studi progettuali, grafiche e arti applicate. Condotto dalla Fondazione sotto la supervisione dell’artista, è uno strumento di consultazione immediato, gratuito, sempre aggiornato e preciso, rivolto a studiosi, istituzioni culturali e studenti, collezionisti, operatori di mercato, oltre che al grande pubblico che potrà documentarsi ad ogni livello di approfondimento. 

ACCEDI AL CATALOGUE RAISONNÉ